IT
Lavora con noi

Serenissima Ristorazione: “World Obesity Day”, l’intervento della Dottoressa Lucia Cammisa

Il 4 marzo ricorre il “World Obesity Day”, giornata istituita nel 2015 dalla World Obesity Federation con l’obiettivo di sensibilizzare sul tema dell’obesità. Una condizione che coinvolge in senso ampio la salute pubblica a livello mondiale, ma che può essere prevenuta e gestita attraverso stili di vita sani e un’alimentazione corretta. Sul tema è intervenuta la Dottoressa Lucia Cammisa, Dietista e Responsabile dei Sistemi di Gestione Integrata della Qualità di Serenissima Ristorazione, che ha approfondito alcuni importanti aspetti: “Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, l’obesità rappresenta uno dei problemi principali di salute pubblica nel mondo. Milioni di persone vivono questa condizione patologica e altrettanti milioni sono a rischio di svilupparla, con ricadute economiche sulla società e anche su una ridotta qualità e aspettativa di vita”.

Sono diverse le componenti alla base del problema, come illustrato dalla Dottoressa: “I fattori che portano all’instaurarsi dell’obesità sono molteplici: quelli principali sono legati a una scorretta alimentazione e uno stile di vita sedentario”. A interagire sono anche elementi di tipo metabolico e comportamentale che conducono ad abitudini scorrette. L’impegno di Serenissima Ristorazione in tal senso è prestare massima attenzione verso gli aspetti più ricorrenti legati all’obesità, fornendo un contributo importante nella promozione di un’alimentazione salutare.

Lo fa puntando sulla qualità delle materie prime, prediligendo alimenti a basso contenuto calorico e di sale e utilizzando metodi di cottura semplici e naturali. “Serenissima ristorazione si sente fortemente coinvolta in questa azione mirata alla modifica dei comportamenti e degli stili di vita”, ha osservato la Dottoressa Lucia Cammisa, “soprattutto nel percorso di ristabilire una sana e corretta alimentazione”. Non a caso, la società “annovera uno staff di dietisti altamente qualificati in grado di predisporre menù ad hoc, di creare dei protocolli dietetici e anche di progettare dei percorsi formativi sia per adulti che per bambini”. Non da ultimo, ha aggiunto la Dottoressa, sono presenti numerose iniziative di formazione per gli operatori, così da fornire gli strumenti più adatti per una ristorazione collettiva sana ed equilibrata.

Articoli correlati

Le pillole della Dietista di Serenissima Ristorazione: impastare la pizza con i bimbi

In questi giorni si cerca di valorizzare tutte le attività che si svolgono in casa e una modalità per tenersi...

Serenissima Ristorazione e il cibo ai tempi del coronavirus, una nuova comfort-zone?

Nuovo appuntamento con le pillole di Psicologia di Serenissima Ristorazione, in cui vengono illustrati i consigli della Dott.ssa Annunziata Lettiero nei differenti...